´╗┐

BLOG

Quanti embrioni mi garantiscono?

Pubblicato lunedi, 17 giugno 2019 di Laura Marchesani

Una delle domande che fanno i futuri genitori intenzionali riguarda la fecondazione in vitro e i risultati che ci si deve aspettare, infatti, le cliniche di procreazione assistita sono in grado di fare delle previsioni sugli sviluppi del trattamento che si affronterà, ma solo dare a conoscenza quali sono i risultati di media ottenuti nell’anno precedente, per esempio.

In altre parole, sapendo quali sono gli elementi di cui si dispone, le condizioni del seme, degli ovuli e che si può contare su una gestante, il medico della clinica di fertilità riesce a dare ai futuri genitori delle statistiche che vengono calcolate in base ai risultati ottenuti nel suo centro.

Quanti ovuli darà la mia donatrice

Ma le statistica vanno interpretate, cosa non facile per i genitori intenzionali. Infatti, i numeri di cui parla il medico si riferiscono a dei calcoli generali basati su un gran numero di cicli che la clinica di procreazione assistita porta avanti ogni anno.

La realtà di una persona però, come quella della donatrice di ovuli per esempio, può essere diversa dalla media.

Questo fattore è da tener presente, perché se gli ovociti estratti dalla donatrice non sono nella quantità che i genitori si aspettavano, la batosta emozionale potrebbe essere forte.

Il ginecologo di procreazione assistita sa in media quanti ovuli estrae dalle donatrici, ma non può prevedere con certezza come andrà il ciclo di una persona che donerà in futuro.

Se ho 12 ovuli avrò 12 embrioni

Sfortunatamente, il medico della clinica di procreazione assistita non può sapere quanti embrioni si genereranno dagli ovuli estratti e uniti al seme. Questi dati sono imprevedibili e dipendono non solo dagli ovuli, ma anche dagli spermatozoi e da come queste due parti si uniscono.

In questo calcolo impossibile esistono anche degli elementi che non si conoscono e non si possono controllare, per questo è impossibile sapere quanti embrioni di buona qualità si otterranno da un ciclo di fecondazione in vitro.

Evidentemente, tutti i futuri genitori che iniziano un percorso con la procreazione assistita sperano di ottenere un buon numero di embrioni, per poter fare più tentativi di trasferimenti, ma, a volte il destino o il caso sorprendono tutti. Succede che futuri genitori in possesso di un unico embrione riescano ad avere un figlio e altri, che invece posseggono più embrioni, non ottengono nessuna gravidanza.

Di fronte a situazione di delusione, è sempre bene chiedere un riscontro alla clinica di procreazione assistita, perché il ginecologo che ha portato avanti il trattamento di FIVET potrebbe avere dei suggerimenti utili per cercare di ottenere, in futuro, risultati diversi, migliori.

Avere una buona comunicazione con le infermiere della clinica aiuta anche in questi casi, perché spesso il medico è difficile da raggiungere, quindi poter chiedere aiuto ad altre persone di fiducia che sono alla clinica di procreazione assistita e conoscono la situazione, facilita le cose.

Anche nei momenti di sconforto si può trovare un consiglio utile e professionale se si è disposti ad ascoltarlo.

Quanti embrioni mi garantiscono?
contatti
ovodonazione
utero in affitto
Uso de Cookies
Utilizamos cookies propias y de terceros para mejorar la experiencia de navegación, y ofrecer contenidos de interés. Al continuar con la navegación entendemos que se acepta nuestra política de cookies.
Cerrar